AIUTACI A RISTRUTTURARE IL CENTRO DI SANITA’ DI ANAKAO!

INSIEME POSSIAMO AIUTARE TUTTO IL VILLAGGIO AD AVERE UN MIGLIOR SUPPORTO MEDICO E SANITARIO: PARTECIPA ALLA RACCOLTA FONDI

Il progetto FANDAY SOA, nome malgascio che significa letteralmente “le cose belle che portiamo con noi per darle agli altri”, è nato dall’idea di dare un aiuto concreto e duraturo alla popolazione del villaggio di Anakao da parte del Dottor Michele Sari con l’appoggio di Aid4Mada.

Anakao è un villaggio di pescatori dell’etnia Vezo, che si trova nella costa sud ovest del Madagascar nella provincia di Toliara.

La scelta della zona dove attuare il progetto ci è stata suggerita dalla popolazione stessa. Parlando con loro appare evidente lo stato di degrado e precarietà delle strutture ospedaliere presenti, la carenza del personale sanitario, dei farmaci e dei presidi medici. Tutto ciò si traduce in un’assistenza sanitaria di scarsa qualità, che costringe spesso la popolazione a spostarsi nella città più vicina, attraverso un lungo e costoso viaggio, per ricevere una terapia adeguata o eseguire dei semplici esami di laboratorio.

Il progetto FANDAY SOA vuole accogliere questa richiesta di aiuto, e in accordo con il Ministero della Sanità Pubblica del Madagascar, propone un piano di ristrutturazione delle strutture presenti per renderle più dignitose, attraverso la riqualificazione degli spazi, la realizzazione di un sistema di acqua corrente calda e fredda, la costruzione di tre bagni dedicati ai pazienti ricoverati e al personale sanitario (inesistenti al momento) e garantendo elettricità autonoma 24 h al giorno.

Tutto questo contribuirà a rendere l’ambiente lavorativo consono e adatto a garantire una buona qualità dell’assistenza sanitaria.

Ma non c’è solo questo!

La parte cardine e più importante del progetto sarà dedicata alla formazione del personale sanitario in loco, attraverso la presenza stabile del nostro staff che supporterà e condurrà l’avvio di nuovi servizi sanitari tra cui: la creazione di un piccolo laboratorio analisi, l’introduzione dell’ecografia portatile come mezzo di screening e diagnosi, l’informatizzazione delle cartelle cliniche per l’elaborazione ed estrapolazione dei dati nel tempo e l’attività di sensibilizzazione ed educazione sanitaria rivolta alla popolazione del villaggio.

Le attività si concentreranno nel migliorare i servizi già attivi presso il CSB II di Anakao e i fondi ricavati dalle donazioni saranno utilizzati per: 

Ristrutturazione dei due edifici presenti, con installazione di acqua corrente all’interno delle strutture, riverniciature, nuovi infissi, bagni completi interni.

– Realizzazione di strutture e servizi (laboratorio analisi ed ecografia ostetrica) per la gestione in sicurezza dei circa 150 parti annuali

Formazione sul campo degli operatori locali grazie all’attività della nostra equipe sanitaria permanente. 

– Organizzazione e implementazione dei servizi sanitari: ambulatorio tubercolosi e malattie sessualmente trasmissibili, visite mediche generali, presa in carico delle patologie croniche dei pazienti, ambulatorio medicazione e assistenza in fase di travaglio/parto

Educazione sanitaria rivolta alla popolazione locale con creazione di gruppi di lavoro per la diffusione delle informazioni per la prevenzione di alcune patologie.

– Inserimento dei dati sanitari anche in un sistema informatizzato.

– Stesura di report trimestrali circa l’avanzamento delle attività del centro.

Crediamo fortemente nell’importanza di dare buoni strumenti, mezzi e informazioni al personale sanitario e alla popolazione: coinvolgendo i giovani, creando gruppi di lavoro e di ricerca, trasmettendo nozioni utili alla prevenzione delle patologie più diffuse, si getteranno le basi per avere generazioni future più consapevoli e attente alla salute propria e della comunità.

Il nostro impegno e le nostre attività stanno iniziando con piccoli passi: abbiamo bisogno del tuo aiuto per rendere questi nostri passi più stabili e per permettere così la realizzazione di un meraviglioso percorso di aiuto, amore e umanità.

Da parte nostra, da parte degli abitanti del villaggio di Anakao

Solo una cosa desideriamo dirti:

GRAZIE.