emergenza-covid-19-madagascar

Aiutaci a realizzare il Piano di Emergenza COVID-19 a Tulear!

Purtroppo è successo quello che nessuno di noi voleva neanche immaginare.

Il COVID-19 (Coronavirus) è arrivato in Madagascar!

Finora si registrano 3 casi, arrivati ad Antananarivo dall’estero il 18 marzo e prontamente messi in quarantena insieme a tutti gli altri passeggeri dell’aereo.

Il Governo ha reagito subito e ha disposto, tra le altre cose, l’immediata chiusura delle scuole di tutto il paese, per evitare il diffondersi dell’epidemia.

Nelle prossime settimane quindi anche i nostri bimbi saranno costretti a rimanere nelle loro case, insieme alle loro famiglie… ma non hanno certo la fortuna che abbiamo noi!

Non potranno avere il cibo, l’acqua potabile, l’accesso ai servizi igienici che solitamente sono loro garantiti all’interno della nostra scuola.

Ecco perchè abbiamo attivato questo Piano di Emergenza!

 Il nostro personale, con tutte le precauzioni previste dal decreto governativo, nei prossimi giorni acquisterà cibo, sapone e generi di prima necessità e lo andrà a consegnare casa per casa alle famiglie dei nostri bimbi.

Per fare in modo che non manchi ai nostri bimbi quello che serve per sopravvivere, e soprattutto per evitare che lo vadano a cercare in giro per la città, rischiando il contagio.

Per realizzare questo Piano di Emergenza attingeremo per quanto possibile ai fondi della nostra associazione, ma non basta!

Abbiamo bisogno anche del tuo aiuto.

Con una piccola donazione puoi fare tanto, e più precisamente puoi aiutarci ad acquistare:

– una confezione di 24 saponette con 5 €;

– un flacone di clorochina con 10 €;

– un sacco di riso da 50 kg con 25 €;

– un sacco di legumi da 50 kg con 25 €;

– un kit di 30 mascherine, guanti e gel antibatterici con 30 €; 

– un sacco di zucchero da 50 kg con 40 €;

tutto quello che serve a una famiglia per una settimana con 50 €.

Dona quello che puoi e aiutaci a evitare il contagio di COVID-19 a Tulear.

Qui avrebbe conseguenze ancora più drammatiche di quelle che purtroppo siamo costretti a vivere noi.

GRAZIE!

CONDIVIDI LA NOTIZIA
Facebooklinkedinmail
0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi