BIKE4MADA

Giancarlo Amadori è consigliere dell’Associazione Mondobimbi Veneto onlus e appassionato di viaggi in bicicletta in giro per il mondo.

Dopo essersi innamorato del Madagascar nel corso del suo ultimo viaggio realizzato nella primavera del 2018, ha deciso di tornare subito a pedalare sulle strade dell’Isola Rossa, questa volta con la casacca di Aid4Mada.

Ma lasciamo raccontare direttamente a lui questa nuova iniziativa solidale:

Dopo avere pedalato in diversi paesi piuttosto civilizzati (Stati Uniti, Canada, Cuba, Islanda, Europa Centrale e Orientale), l’anno scorso sentivo il desiderio di visitarne anche altri un po’ più “selvaggi”, per vivere emozioni ed esperienze nuove.

Il Madagascar è entrato subito nella top list delle mie preferenze. Inoltre, sentivo il desiderio di fare un viaggio diverso, volevo unire alla pedalata “sportiva” anche una causa umanitaria, provare ad aiutare con il mio viaggio in qualche modo persone nello stato di bisogno. 

Per queste ragioni a inizio 2018 ho deciso di intraprendere il mio primo viaggio in bicicletta in Madagascar. Durante questa incredibile esperienza, durata quasi due mesi, ho sperimentato e toccato con mano la solarità, la generosità e la gentilezza di un popolo estremamente povero ma ricco di umanità, tanto da lasciarmi spesso incredulo e profondamente toccato. 

Il Madagascar ha stravolto subito ogni ordine di pensiero sui miei progetti cicloturistici prossimi futuri. Appena rientrato in Italia non ero in grado di pensare ad altro se non di ritornare in Madagascar e pedalare di nuovo sulle sue strade. Per farmi invadere ancora l’anima e il cuore dal meraviglioso popolo malgascio e dalle bellezze sconvolgenti dell’isola rossa.

Senza pensarci troppo ho deciso di tornarci già quest’anno: il 30 novembre partirò per Antananarivo, e da lì inizierò a pedalare prima verso il Nord dell’isola, poi con un volo interno andrò nuovamente a Tulear, per vedere dal vivo i 10 pozzi che Aid4Mada sta costruendo.

L’obiettivo del mio viaggio sarà infatti fortemente legato al progetto L’ACQUA È VITA. Pedalerò per sensibilizzare l’opinione pubblica italiana e internazionale sul tema dell’acqua in Madagascar e per raccogliere fondi che consentiranno ad Aid4Mada di finanziare la fase successiva del progetto, ovvero la costruzione di altri 10 pozzi nella città di Tulear nel 2019.

Lo faccio perché sono convinto che con la bicicletta si possa andare lontano, molto lontano, a volte così tanto lontano da raggiungere la più difficile meta, quella del cuore delle persone. 

E se sono riuscito a raggiungere anche il tuo, ti chiedo di aiutarmi a realizzare il mio sogno, seguendo la mia pedalata sui canali di Aid4Mada e partecipando alla raccolta fondi che lanceremo proprio nel periodo in cui mi troverò in Madagascar!

CONDIVIDI LA NOTIZIA
Facebooklinkedinmail

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi